“Venite, ho ucciso mia sorella”: omicidio nel napoletano

0

Ha ammazzato la sorella e poi ha chiamato la polizia al 113 chiedendo agli agenti di venire, ammettendo di aver compiuto il delitto. È accaduto oggi a Brusciano, popoloso centro a Nord di Napoli,  in un appartamento di via Rossellini.  L’assassino è un uomo, ha ucciso la parente e poi ha avvertito gli agenti che quando sono arrivati in zona hanno trovato però la porta sbarrata. I poliziotti hanno dunque dovuto impiegare un po’ tempo per accedere all”immobile, constatare l’avvenuto delitto, evidente, visto che c’era il cadavere in casa riverso in una pozza di sangue,  dunque bloccare l’uomo e arrestarlo. 

Ignote le cause alla base del gesto anche se, secondo le prime  sommarie informazioni, l’uomo soffrirebbe di problemi psichici. L’uomo avrebbe accoltellato la sorella lasciandola sulle scale, poi si barricato in casa, dove gli agenti della polizia di Stato lo hanno trovato in stato confusionale. Dopo aver convinto l’uomo ad aprire la porta, lo hanno portato in commissariato per ascoltarlo.

Fonte Fanpage.it

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here