Si torna a scuola: il Tar Campania boccia l’ordinanza di De Luca

0

Le scuole dell’infanzia, elementare e media inferiore della Campania dovranno riaprire: il Tribunale amministrativo regionale ha accolto la richiesta di sospensiva dell’ordinanza della Regione firmata dal presidente Vincenzo De Luca in merito alla chiusura delle scuole fino al 29 Gennaio. Si torna in presenza anche in Campania.

Il ricorso è quello presentato da alcuni genitori rappresentati e difesi dagli avvocati Giacomo Profeta e Luca Rubinacci.

Il Tar risponde così all’Ordinanza di De Luca:

Considerato che neppure risulta che la regione Campania sia classificata tra le “zone rosse” e dunque nella fascia di maggior rischio pandemico e che il solo dato dell’aumento dei contagi nel territorio regionale, neppure specificamente riferito alla popolazione scolastica (nei confronti della quale, peraltro, come detto operano le vigenti disposizioni precauzionali in caso di accertata o sospetta positività) e peraltro neppure certo (posto che se ne lamenta al contrario l’incertezza derivante dall’incompleto tracciamento) e la sola mera possibilità dell’insorgenza di “gravi rischi”, predicata in termini di eventualità, non radicano (né radicherebbero) per sé solo la situazione emergenziale, eccezionale e straordinaria, che, in astratto, potrebbe consentire la deroga alla regolamentazione generale, a tacer d’altro perché già considerati, e ampiamente, dal legislatore nazionale.

Secondo la Quinta sezione del Tar Campania, presidente Maria Abruzzese: “è dubbia anche l’idoneità della misura disposta, tenuto conto della prolungata chiusura connessa alle festività natalizie, che non ha, tuttavia, evitato l’aumento registrato dei contagi“.

Il Tribunale ha accolto l’istanza cautelare e sospeso l’esecutività dell’ordinanza impugnata nella parte di interesse dei ricorrenti, fissando per la trattazione collegiale la camera di consiglio dell’8 febbraio 2022. Ovvero fuori tempo massimo, visto che la chiusura si sarebbe conclusa il 29 gennaio.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here