L’imbarazzo della Prefettura per l’incompetenza degli uffici comunali di Afragola: il dirigente invia ingiunzione a casa del Prefetto che non c’è più…

Ora il dirigente Boccia l'ha fatta davvero grossa: inviata ingiunzione di pagamento all'ex prefetto Valentini, solo ieri la revoca...

0

Ad Afragola non si ferma la collezione di “figuracce” che l’amministrazione Nespoli-Pannone-Castiello stanno collezionando a ripetizione in questo ultimo periodo.
Questa volta lo strafalcione arriva direttamente dagli uffici del neo mega dirigente Nunzio Boccia, che ha creato una situazione di grande imbarazzo del comune di Afragola nei confronti della Prefettura di Napoli. Infatti il dirigente in questione in data 15.12.2021 ha inviato una ingiunzione di pagamento per fatture insolute del servizio idrico integrato per i locali del Commissariato della Polizia di Stato di via Salicelle direttamente all’ex prefetto Marco Valentini che, non solo non era più in carica dal 10 ottobre 2021, ma addirittura si è visto notificare l’ingiunzione direttamente al suo indirizzo privato. Grande stupore e risentimento da parte della Prefettura per tale ‘pacchiano’ errore, ma ancor di più immaginiamo, invece, lo stupore del Prefetto che si è visto notificare a casa un ingiunzione di pagamento da parte del comune di Afragola. Resosi conto della colossale figuraccia solo nella giornata di ieri, il dirigente, probabilmente ammonito dalla prefettura, ha provveduto ad inviare una rettifica dell’atto. Ribadendo però che comunque la prefettura deve delle somme al comune.

Insomma di male in peggio. Resta una pessima figura a testimoniare l’approssimazione di taluni dirigenti, che agiscono in maniera superficiale e soprattutto con il benestare della politica, che non solo li premia ma gli dà carta bianca per la “fedeltà” dimostrata in questi anni.
Verrebbe da ridere se la cosa non fosse così seria. Ma cosa ci potevamo aspettare da una amministrazione che prima ci racconta laghi, fiumi e spiagge e poi ammette un dissesto che noi avevamo ampiamente annunciato, per non parlare delle continue rettifiche sul documento del rendiconto in Giunta, pieno zeppo di errori. Noi continueremo a vigilare sull’operato di uffici e soprattutto continueremo ad evidenziare, come già fatto nei giorni scorsi, i doppiopesismi e le contraddizioni le inefficienze di quegli uffici (vedi articolo). Nell’attesa che il sindaco Pannone voglia cominciare a prendere qualche provvedimento. Per il momento può dire di essere riuscito dove non è riuscito nessuno sindaco: il dissesto. Ma crediamo che di questo passo riuscirà a fare anche di peggio…

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here