Che domenica bestiale. Jacobs è l’uomo più veloce del pianeta: il 26enne velocista di Desenzano del Garda ha vinto la medaglia d’oro alle Olimpiadi di Tokyo. L’azzurro ha chiuso la finale col nuovo record europeo di 9’80”, precedendo lo statunitense Kerley (9’84”) e il canadese De Grasse (9’89”). Jacobs, padre texano e madre veneta, è partito bene e poi nel lanciato non ce n’è stato per nessuno.

Si chiude un cerchio per Gianmarco Tamberi e se ne aprono altri cinque, i cerchi olimpici sulla medaglia d’oro che il campione del salto in alto ha vinto alle Olimpiadi di Tokyo, a cinque anni dall’infortunio alla caviglia che lo aveva costretto a rinunciare ai giochi olimpici di Rio. Gimbo ha atteso, ha lavorato, è migliorato e ha trionfato, a pari merito con il qatariota Barshim, con il quale si è diviso la medeglia più preziosa al termine di una finale quasi perfetta saltando 2,37m.

Giornata storica per l’atletica italiana alle olimpiadi di Tokyo.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here