Indagine per phishing bancario nel napoletano

0

Dalle prime ore di questa mattina, il personale della Polizia Postale di Napoli, del commissariato di Torre del Greco e della Sezione di Polizia Giudiziaria presso il Tribunale di Torre Annunziata, stanno eseguendo delle custodie cautelari in carcere, emesse dal Gip del Tribunale di Torre Annunziata. I procedimenti sono a carico di 7 persone, dedite al phishing bancario, i cui proventi venivano monetizzati presso sportelli bancari ATM.

L’indagine della Procura di Torre Annunziata, è scattata dopo l’acquisto di un collier d’oro con pietre preziose (ma gli indagati riciclavano i proventi delle truffe anche con “cripto valute”, cene e feste). La banda di truffatori on-line per almeno 92 volte ha prosciugato i conti correnti delle ignare vittime.

Secondo quanto si apprende il numero dei “colpi” messi a segno è sicuramente maggiore visto che la Procura di Torre Annunziata ha trasferito gli atti relativi ad altri episodi, per i quali si è dichiarata incompetente, agli uffici inquirenti di Napoli e Roma.

Il primo indagato oltre al collier aveva acquistato anche alcune “gift card” per tremila euro.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here