Sport, mio caro sport. Un mondo distrutto o quasi dalla pandemia, che da oltre un anno ha deciso di colpire tanti settori, tra cui quello dedicato all’attività sportiva. E tra questi il calcio, lo sport più seguito dagli italiani, messo in ginocchio da protocolli assai costosi e quindi difficili da seguire alla lettera, specie nelle categorie minori e nei settori giovanili, professionisti e non.

In questo momento di grossa difficoltà, però, spicca in Campania una realtà che, anno dopo anno, si sta confermando essere professionale e all’avanguardia mostosi, nell’anno del Covid, così scrupolosa e maniacale nel seguire ogni dettame scritto nel protocollo. Trattasi della Paganese, il cui settore giovanile è presieduto dal Presidente Giuseppe Caiazzo. Gli azzurrostellati, negli ultimi anni fiore all’occhiello per il lancio di tanti giovani talenti, in questi mesi di preparazione e partite stanno facendo enormi sacrifici economici e non per portare avanti il progetto nel miglior modo possibile: tamponi ogni 72 ore, allenamenti effettuati sempre in massima sicurezza e sotto la supervisione dell’esperto Direttore Sossio Finestra. Un modo di fare che sta pagando e pagherà, avanguardia e cura di tutto al servizio di giovani talenti pronti a sognare l’esordio tra i grandi e perché no anche la Serie A.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here