Curiosità sugli automobilisti: il 25% rinnova la polizza dopo la scadenza

0

Ogni automobilista ha le sue peculiari abitudini al volante, ma i comportamenti sono piuttosto differenziati anche quando si tratta di rinnovo della polizza.

Secondo un noto sito comparatore, che ha preso in esame 340.000 contratti assicurativi online, un italiano su 4 rinnova l’RC auto solo dopo la sua scadenza.

Un’altra fetta più piccola di intervistati invece tende ad essere più previdente, procedendo con un largo anticipo.

Bisogna sottolineare una cosa: l’RC auto continua ad essere effettiva, in caso di incidente, entro 15 giorni dalla scadenza della polizza. Non però le garanzie accessorie, che decadono nel momento stesso in cui scade il contratto.

Per evitare problemi è quindi consigliabile stipulare un’assicurazione completa a tariffe sostenibili. Completezza e convenienza sono caratteristiche tipiche delle assicurazioni online, tra le quali si distingue Genertel per flessibilità ed assistenza.

Il gruppo assicurativo è molto apprezzato infatti per il suo servizio clienti valido e proattivo, che segue gli automobilisti durante tutta la fase del contratto: dalla stipula alla scelta delle garanzie accessorie, fino al supporto in caso di incidente o veicolo in panne.

Curiosando tra le abitudini degli italiani, emerge che l’11,8% di loro rinnova con un anticipo compreso tra i 15 ed i 45 giorni. L’8,5% invece lo fa con un anticipo di 10-14 giorni.

La polizza però non sembra essere una grande preoccupazione per gli italiani, considerando che il 25,5% se ne occupa solo nel giorno stesso in cui scade.

É interessante notare che le abitudini variano sensibilmente a seconda dell’area geografica.

La regione più ritardataria è l’Abruzzo, dove si stima che il 29,6% dei conducenti rinnova la polizza oltre la data di scadenza, ma entro i 15 giorni previsti per legge.

Al secondo posto c’è la Sicilia (29,2%) ed al terzo posto la Calabria (28,8%).

Tra le principali regioni ritardatarie da segnalare la Basilicata (28,6%), l’Umbria (28,3%) e le Marche (28%).

La regione più previdente è invece il Trentino Alto Adige. Solo il 21,3% dei trentini rinnova il contratto entro i 15 giorni di tolleranza.

A seguire il Friuli Venezia Giulia (22,1%), l’Emilia Romagna (23,3%), il Lazio e la Liguria (24,2%).

Per quanto riguarda il 2020, è doveroso fare una precisazione. Per via della pandemia da Covid-19, che ha bloccato la circolazione stradale rendendo la vettura di fatto inutilizzabile, gli assicurati hanno potuto sospendere la polizza per alcuni mesi, precisamente fino al 31 luglio 2020.

Tra aprile e maggio dello scorso anno, il 20% degli automobilisti ha beneficiato di questa opportunità, facendo slittare il rinnovo.

Questa situazione ha determinato uno slittamento della scadenza di qualche mese. É quindi opportuno verificare periodicamente la scadenza del contratto, per non rischiare di restare privi di copertura assicurativa ed incappare in pesanti sanzioni in caso di controllo.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here