Sono 170 i medici di famiglia all’Asl Napoli 1 Centro, che hanno già dato l’adesione per fare le vaccinazioni anti-Covid19 ai propri pazienti in studio o a casa. Si tratta solo di una prima tranche, 170 medici su 550 totali. Con molta probabilità ai 170 si aggiungeranno molti altri già nei prossimi giorni. Il prossimo passo sarà l’accordo con l’azienda sanitaria e la messa a punto della modalità organizzativa per poter partire concretamente.

Ci sarà un sistema rigoroso e preciso per prenotarsi in maniera ordinata. Non ci sarà nessun assalto gli studi medici. I vaccini fatti dal medico di base in questo caso saranno inizialmente i Moderna, ai quali, poi da metà aprile potrebbe aggiungersi anche il Johnson&Johnson, che è ancora più semplice da utilizzare, perché non richiede la conservazione a -70 gradi centigradi, come il Pfizer, e prevede una sola iniezione, senza richiamo, con le dosi già caricate nelle siringhe monouso.

Per quanto riguarda le categorie che si potranno vaccinare dal medico di famiglia, saranno quelle previste dal piano vaccinale nazionale e regionale: al momento sono stati previsti quindi over 80 e categorie fragili.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here