Un pomeriggio di democrazia e un fronte di trasparenza. E’ quello aperto ieri in piazza Castello dove il Pd ha radunato esponenti di spicco nazionali e locali per supportare la candidatura a sindaco di Andrea Piatto e la propria lista inserita nella coalizione X Acerra Unita. Ad aprire il dibattito il segretario cittadino Carmine Siracusa che ha sviscerato il percorso che ha portato al programma condiviso di coalizione e marcato la discontinuità: “E’ stato sconcertante vedere consiglieri che abbandonano l’aula quando si discute di concorsi comunali. Questo non accadrà più con Andrea Piatto sindaco”

“Il centrosinistra non è un credo che si recita, ma una pratica. Se andate in questo momento sul mio sito www.andreapiatto.it trovate i casellari giudiziari di tutti i 305 candidati. Il sito di un altro candidato sindaco non riesco a trovarlo e non trovo i loro casellari giudiziari come invece impone la normativa. Abbiamo di fronte un candidato al consiglio comunale, condannato per truffa, che è oggi parte di un processo dove il Comune di Acerra si è costituito parte civile. E’ una delle domande che farei nel confronto pubblico a cui il suo candidato sindaco non vuole partecipare ha dichiarato il candidato sindaco Andrea Piatto che poi ha fatto il punto sullo sprint finale.

“Siamo partiti in sordina, abbiamo pareggiato ed ora stiamo per mettere la freccia. Dobbiamo controllare il processo elettorale: siamo preoccupati per il sabato prima del voto perchè i presidenti di seggio possono rinunciare e il sindaco pro tempore può nominarli pur essendo parte in causa. Abbiamo già chiesto il sorteggio e auspichiamo che ciò avvenga. Lettieri si assuma l’impegno del sorteggio pubblico.

A precedere l’intervento del candidato sindaco quello del segretario provinciale Pd Marco Sarracino: “Andrea Piatto è un uomo libero. Non ha bisogno di chiedere a qualcun’altro di fare qualcosa come in altre coalizioni. Una forza come la nostra deve combattere queste battaglie e deve fare di tutto per riaprire la sede storica del Pd.

Conclusioni affidate alla senatrice Valeria Valente (“Complimenti ad Andrea e a tutte le forze per aver messo insieme coalizione con la spinta del Pd”) ed al vicesegretario nazionale del Partito Democratico Giuseppe ProvenzanoLa scelta è tra noi e gli altri. Abbiamo scelto la parte giusta della storia durante la pandemia e l’abbiamo fatto anche ad Acerra. Questa coalizione ha in sè il centrosinistra e il civismo vero non quello di facciata: offre competenze e affidabilità. Quando noi crediamo, le persone lo capiscono e ci credono. Dobbiamo andare anche dai rassegnati perchè quando entrano in gioco quelli che non ti aspetti la storia cambia. Ad Acerra la storia cambierà con Andrea Piatto, col Pd e con la coalizione progressista e riformista”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here