Un ragazzo di sedici anni di Gesualdo, in provincia di Avellino, versa in gravissime condizioni per le ferite riportate in seguito ad un colpo di pistola che lo ha raggiunto all’altezza della tempia.

Il giovane si trova ricoverato all’ospedale “Moscati” di Avellino e lotta tra la vita e la morte.

Ignote al momento le cause della tragedia: si pensa ad un incidente, ma non si può escludere la pista del tentato suicidio.
La tragedia si è verificata nel tardo pomeriggio in una zona di campagna vicina all’abitazione dove il ragazzo vive assieme ai genitori. Il giovane sarebbe stato adottato dalla coppia. La pistola utilizzata apparterrebbe alla madre del ragazzo, ex dipendente della Polizia municipale di Gesualdo. Il proiettile ha attraversato da una parte all’altra il cranio.
Sconcerto, quindi, nel centro irpino, famoso per essere stato feudo del madrigalista Carlo Gesualdo. La comunità si è stretta intorno al dramma di questa famiglia, stimata e benvoluta da tutti.
Indagini sono state avviate dai carabinieri per ricostruire l’accaduto.
Un episodio che fa il paio con quanto accaduto oggi a Francolise, nel Casertano, dove un ragazzo di 15 anni è rimasto ferito gravemente da un colpo di pistola alla testa partito probabilmente in modo accidentale dalla pistola detenuta in casa legalmente dal padre. In quel caso, tuttavia, le indagini delle ultime ore fanno propendere per un incidente.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here