Centro vaccinale a Casoria, l’ex consigliere Fuccio scrive a De Luca

0

Dal 3 giugno il centro di somministrazione vaccini a Casoria ha chiuso i battenti. Oggi sui social, Pasquale Fuccio, ex consigliere comunale della città ha manifestato tutto il suo disappunto. L’ex consigliere nonché ex sindaco di Casoria, attraverso un post su Facebook, ha condiviso la lettera inviata al presidente del Consiglio Regionale Vincenzo De Luca. Nella lettera Fuccio ha espresso come la chiusura del Presidio Ospedaliero Santa Maria della Pietà di Casoria dei Padri Camilliani, ha danneggiato la popolazione della città campana, “nel silenzio delle istituzioni”.
Pasquale Fuccio ha sottolineato l’impresa altruista dei Camilliani che con l’apertura dell’hub all’ospedale, “hanno posto rimedio alla lentezza” dell’amministrazione di Casoria.

La lettere di P. Fuccio al presidente della regione V. De Luca

Il suo post è rivolto all’ASL Napoli 2 Nord, affinchè trovi una soluzione al problema. Casoria è una città di 80.000 abitanti, nel bacino nord della città di Napoli. L’affluenza per le somministrazioni ai cittadini è andata a gravare sul centro vaccinale di Afragola, hub su cui si è verificata una larga platea di cittadini, con la convergenza dalle città limitrofe, città molto popolose. Fuccio chiede a De Luca un intervento sanificatore, per sopperire al problema, vedremo cosa deciderà il presidente della regione Campania nelle prossime settimane.

L’ex consigliere della coalizione del Partito Democratico, quindi incolpa il governo della città di Casoria per questo spostamento dell’hub. “Incapacità organizzative” questa la sentenza di Pasquale Fuccio verso l’amministrazione di Casoria.
“Casoria mortificata” continua nel suo comunicato Fuccio, ricordando che ad hub vaccinali possono essere convertiti il Palazzetto dello Sport e la biblioteca comunale della città. Quindi chiede in conclusione alla regione Campania di occuparsi del problema, provvedendo ad assegnare a Casoria un nuovo centro vaccinale, per sgravare i cittadini casoriani da “tre ore di attesa” da fare all’hub di Afragola.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here