Il sindaco di Afragola risponde ai dieci consiglieri di maggioranza che qualche giorno fa gli hanno consegnato un documento top secret con le indicazioni per provare a sopravvivere con una maggioranza sperimentale. (Vedi qui) Il sindaco ha pensato bene di rispondere con una lettera. Insomma, nell’assistere alla totale assenza di una proposta concreta per il futuro della città e in piena emergenza sanitaria, il sindaco e quel che resta della sua maggioranza giocano a “C’è posta per te”. Nell’ultima lettera inviata alla sua “maggioranza” sostanzialmente, Grillo tenta di “smuovere” le coscienze tentando di riportare a galla alcune delle buone intenzioni che in due anni e mezzo hanno condiviso insieme. Tante belle parole, che però nei fatti sono rimaste chiacchiere. Infatti, è lo stesso Grillo a fare mea culpa sui suoi comportamenti e sulle sue mancanze. In sostanza il sindaco chiude la lettera invitando la maggioranza a trovare una soluzione alla crisi che definisce “cambio di passo”, altrimenti lo stesso sarà costretto a nominare una giunta di tecnici. Insomma, passano le settimane ma la città resta ferma nell’inchiostro delle letterine tra sindaco e maggioranza e continua a perdere terreno in un momento storico sempre più drammatico.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here