Avevano trasformato un appartamento in un vero e proprio bunker: con vetri antisfondamento, porte blindate.

Il tutto per ‘salvare’ la piazza di spaccio. E’ quanto hanno scoperto i carabinieri al Parco Verde di Caivano.
    Controlli che hanno portato a quattro arresti. Si tratta di 3 incensurati – un 22enne di Caivano, un 38enne di Succivo e una 36enne del posto – e di un giovane di 26 anni, pure lui del luogo, già noto alle forze dell’ordine.

Il blitz è scattato in tarda serata. I militari di Caivano avevano individuato un appartamento posto al primo piano adibito a piazza di spaccio. Non è stato semplice accedere al “fortino” ed è risultato fondamentale il supporto delle aliquote di pronto intervento che con le loro attrezzature hanno permesso di stanare i quattro. Due le porte blindate con vetri anti-sfondamento che con l’ariete sono state abbattute. Una volta entrati, i Carabinieri hanno trovato un’altra porta blindata. I quattro, però, non hanno avuto possibilità di fuggire perché la loro unica via di fuga posta sul retro era presidiata da altri Carabinieri e quindi non hanno potuto fare altro che arrendersi, ma non prima di gettare nel water la droga che stavano confezionando.
    Questo non li ha salvati dall’arresto per detenzione di droga a fini di spaccio. I Carabinieri, inoltre, durante la perquisizione hanno rinvenuto e sequestrato diverso materiale per il confezionamento, radiotrasmittenti, sistemi di videosorveglianza e cellulari

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here