Una ricostruzione semplice, banale quanto drammatica, per un secondo che ha cambiato irrimediabilmente la vita di due famiglie: quella del piccolo Christian Carezza, 3 anni e mezzo, investito insieme alla madre e morto sul colpo, e quella del 51enne che è adesso indagato per omicidio e lesioni stradali colpose. Ora gli agenti della Polizia Municipale stanno cercando di ricostruire quell’attimo di distrazione, di dare almeno una spiegazione a una tragedia che un motivo non l’avrà mai. L’uomo si sarebbe distratto nel salutare una persona, poi la sterzata brusca e la tragedia.

L’incidente, nella mattinata di sabato a Fuorigrotta, periferia occidentale di Napoli. Il bimbo era con la madre in via Ronchi dei Legionari, nel rione Cavalleggeri, a pochi passi dal mercatino rionale. Strada stretta che si immette in via Marco Polo, spesso trafficata, doppio senso di circolazione, auto parcheggiate su entrambi i lati. Sabato mattina il 51enne, operaio, ha perso il controllo dell’automobile ed è finito sul marciapiedi, travolgendo il bambino e la madre. Il piccolo è stato scaraventato contro il muro: è praticamente morto sul colpo.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here