Ancora un furto alla Masseria Ferraioli: rubate implacature e attrezzature

0

Altro furto sul bene confiscato di Afragola “Masseria Ferraioli”. Questa volta i malviventi hanno preso di mira le impalcature del cantiere che opera nella struttura e hanno rubato anche alcune attrezzature e materiali.

“Ieri mattina di lunedì 23 gennaio, si scopre che sono state smontate e rubate numerose impalcature del cantiere esterno alla Masseria, i ladri sono poi entrati rubando ulteriori materiali e attrezzature. Un lavoro che non può essere fatto da una/due persone, ne che si può fare in poco tempo, a questo va aggiunto che ci sono telecamere funzionanti che sia ora, sia nel passato non hanno destato preoccupazione alcuna nei malviventi. – dichiara il direttore del bene confiscato Giovanni Russo.

E’ un duro colpo al cantiere del Pon Legalità che soffre già enormemente dell’inerzia amministrativa che il Comune di Afragola porta avanti da giugno 2018, è un duro colpo per tutte e tutti! I gestori della Masseria, la ditta appaltatrice dei lavori e le migliaia di persone che in questi anni hanno animato e portato avanti questo percorso di riscatto e contrasto alla camorra di cui i nostri territori hanno tanto bisogno!

Sia ben chiaro, non sarà questo ennesimo atto intimidatorio a fermarci ma al contempo rinnoviamo il nostro invito a Cittadini, Associazioni e Scuole a venire in Masseria per riappropriarsi, concretamente e con tutti noi, del maltolto dei clan e far vivere quotidianamente questo spazio! Mentre alle Istituzioni pubbliche ed in particolare al Ministro dell’Interno Piantedosi ed al Prefetto di Napoli Palomba, che già si sono interessati in modo importante alla salvaguardia della Masseria Ferraioli, chiediamo nuovamente di rafforzare il lavoro congiunto volto a dare certezza alla conclusione dei lavori del Pon Legalità e ad arginare le troppe minacce che arrivano all’indirizzo del bene confiscato!

Non credo di doverlo spiegare io, ma la “vita ed il futuro” del bene confiscato è una battaglia che non riguarda solo la Città di Afragola. E’ una battaglia che riguarda tutti e si combatte tra chi per oltre 20 anni ha lasciato il più grande bene confiscato dell’area metropolitana di Napoli abbandonato e chi invece da 6 anni lotta per restituirlo alla collettività; una battaglia tra chi crede che i finanziamenti pubblici possono essere serenamente persi e chi invece crede che debbano creare lavoro per contrastare la camorra; una battaglia tra chi immagina colate di cemento su un bene confiscato e chi invece porta avanti un enorme polmone verde fatto di orti urbani, api ed alberi; una battaglia tra chi ruba, minaccia e intimidisce per affermare la propria supremazia e chi invece crede e lavora quotidianamente su un modello di società senza camorra e malaffare! – conclude Russo

Noi ci siamo schierati, siamo tanti e determinati ma evidentemente non è ancora sufficiente! Chiediamo a Tutte e Tutti, anche allo stesso Stato Italiano con i suoi rappresentanti, di farlo con azioni urgenti e concrete!”

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here