Una zona accettazione, una sala d’attesa, 3 studi medici con apparecchiature diagnostiche e un lettino per visite ginecologiche.

E ancora un ambiente attrezzato con ferri chirurgici, fili di sutura, sterilizzatrici e un banco in acciaio inox, una bombola di ossigeno terapeutico e un armadietto con medicinali e dispositivi medici.

Un vero e proprio ambulatorio ma senza alcuna autorizzazione rilasciata dall’Autorità Sanitaria. A scoprirlo, ad Arzano (Napoli), sono stati i carabinieri.
    A finire nei guai una 26enne di Arzano, legale rappresentante della società che presta il nome allo studio medico finito nel mirino dei militari della locale Tenenza. I locali – circa 170mq – sono stati sequestrati e la donna dovrà rispondere di apertura e conduzione di un poliambulatorio medico senza la prescritta autorizzazione all’esercizio

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here