Afragola, scuole aperte ma piove nei corridoi: ancora problemi legati alla cattiva gestione

0

Ancora problemi per le scuole di Afragola. Questa mattina i piccoli alunni della scuola elementare Marconi si sono ritrovati la pioggia anche all’interno dei corridoi della scuola. Alcune perdite dal solaio hanno agevolato le infiltrazioni di acqua all’interno dell’edificio scolastico, inevitabili con le forti piogge di questi giorni e in alcuni punti della scuola sono stati posizionati dei secchi per evitare allagamenti dovuti all’acqua che si è infiltrata nel tetto (vedi foto). Sono giorni difficili, dove si susseguono i bollettini di allerta meteo della protezione civile ma la situazione nelle scuole di Afragola resta alquanto precaria. Proprio ieri abbiamo sottolineato la mancanza di riscaldamento all’interno di una delle succursali proprio della scuola elementare in questione, situazione che sembrerebbe risolta da questa mattina. Ma il nostro articolo di ieri ci ha fatto pervenire in redazione numerose segnalazioni anche in altri plessi scolastici di Afragola, come per la succursale della scuola elementare “Aldo Moro” che da ieri è senza riscaldamento per un guasto alla caldaia.

Insomma, al netto del valzer dell’allerta meteo a cui i sindaci ci hanno abituato in questi anni, ancora una volta la città si fa trovare impreparata alle prime criticità dovute dalle copiose piogge e dai primi freddi. Ma di chi è la colpa di questa situazione? Una cosa è certa, la disposizione della chiusura di scuole e altri luoghi pubblici non avviene in modo automatico, ma viene decisa in via discrezionale dal sindaco. In genere scatta sempre con un’allerta arancione. Almeno così è successo da un po’ di tempo a questa parte. Ieri, però, si è deciso di fare diversamente nonostante le enormi criticità evidenziate ancora una volta nelle scuole afragolesi. Sembra oggettivo che il problema non può essere confinato all’intensità delle piogge o magari del vento, ma semplicemente sulla tenuta delle strutture che ospitano gli studenti e soprattutto verificare se le stesse sono tutte provviste di riscaldamenti funzionanti. Ad oggi qualche comune ai confini (vedi Casalnuovo di Napoli) è capace di tenere il polso della situazione, riuscendo a garantire nonostante pioggia intensa e freddo il servizio scolastico praticamente sempre, anche con la neve. Purtroppo è chiaro che ad Afragola ad oggi non si ha contezza della situazione in cui versano gli edifici scolastici, evidentemente perché si lavora solo nell’emergenza e senza una continua assistenza che consentirebbe di garantire l’apertura delle scuole anche in situazioni di criticità.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here