Oggi pomeriggio in streaming in presenza della sola stampa il sindaco di Afragola ha presentato la “nuova” giunta, parte II. Fortunatamente siamo riusciti a trasmettere sui nostri canali la diretta che altrimenti sarebbe rimasta nel chiuso dei nostri monitor. Non ci aspettavamo nulla di diverso: confermati gli stessi assessori che due mesi fa sono stati azzerati, come ampiamente annunciato ieri al netto del “congelamento” di Cristina Acri e Aniello Baia. Purtroppo abbiamo dovuto constatare che nonostante fosse una videoconferenza per presentare la giunta, ad oggi a parte i volti ormai noti, non c’era altro da annunciare. Ancora nessuna delega è stata affidata, nonostante il notevole ritardo sottolineato anche dallo stesso sindaco. Ed è proprio lui ad ammettere sin da subito molti degli errori di percorso che l’hanno portato fino ad oggi.

Ma alle domande dei giornalisti presenti Claudio Grillo ammette di non aver trovato una sintesi all’interno della sua maggioranza e che questa Giunta resta un atto politico dovuto. Sul congelamento di Cristina Acri il sindaco “scarica” la totale responsabilità della questione sul gruppo di Campania Libera mentre sull’assessore Aniello Baia ancora fuori dalla Giunta dichiara: “E’ una scelta dettata dal buon senso e trasferita ad un uomo di buon senso, con tanta esperienza amministrativa e che più volte mi ha invogliato a procedere e in questa fase mi ha dato la possibilità di trovare una sintesi”. Il sindaco parla di Aniello Baia in termini molto positivi e lo identifica come l’uomo che con il suo buon senso è stato capace di far trovare una sintesi alla crisi, anche se il sindaco durante la conferenza ammette più volte di non averla trovata e addirittura in alcuni passaggi dice di non avere più una maggioranza ma di volerla comunque recuperare. Per questo abbiamo raggiunto telefonicamente Aniello Baia che in merito ci ha dichiarato: “Da sempre ho invitato il sindaco a trovare una rapida soluzione alla crisi, anche sacrificando la mia figura di assessore di fronte alla formazione di un esecutivo di tipo tecnico, non di certo, però, in caso di una giunta politica tra l’altro con la conferma dello stesso esecutivo”. E’ chiaro, insomma, che siamo di fronte a due dichiarazione che stridono e la nostra domanda al sindaco sull’esclusione dell’assessore dall’esecutiva ero più che legittima soprattutto dopo la dichiarazione dello stesso Baia.

A quanto pare anche nell’esecutivo appena nominato ci sono ombre ma a questo punto vorremmo provare a capire come intende Grillo recuperare la maggioranza in Assise, ma vorremmo capirlo veramente non con la demagogia spicciola a cui abbiamo assistito oggi. La richiesta “legittima” del gruppo di Scelta Democratica era quella di avere come rappresentanza in giunta una quota “azzurra” e tutto nell’ottica del rimpasto voluto dallo stesso sindaco. Parliamo del primo rimpasto. Ebbene il nome proposto dal gruppo è stato quello di Aniello Silvestro, candidato tra i più votati proprio nella lista di Scelta Democratica a sostegno di Grillo. Di certo il gruppo di Antonio Lanzano e Vincenzo De Stefano non hanno chiesto la luna. Ma sono passati mesi, tante “riunioni” sono state fatte ma di fare spazio a Silvestro non c’è mai stata nemmeno una minima possibilità, men che meno adesso che il sindaco ha rinominato la Giunta con l’endorsement al “congelato” Baia e la conseguente fisiologica chiusura al gruppo di Scelta Democratica.

Allora la domanda è: sindaco come intende recuperare in maggioranza il gruppo di Scelta Democratica? Ad oggi l’unica strada per tentare di avere almeno la maggioranza numerica in Consiglio e provare a rimettere in moto una macchina ferma nel pantano ormai da troppo tempo. Perché anche se ci vuole convincere che titoloni come “Afragola crolla” sono forti, ma non ci può dire che non rispecchiano la realtà, perché così offende non solo la nostra ma soprattutto la sua di intelligenza. Insomma, una conferenza stampa inutile per la città ma allo stesso tempo utile per smascherare ancora una volta le tante “falsità” nascoste dietro questa amministrazione. La città ha bisogno di un rilancio concreto e rapidissimo, purtroppo è finito il tempo delle chiacchiere e della demagogia, la gente è stanca, Afragola è stanca.

Il VIDEO DELLA CONFERENZA STAMPA

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here