Fermento al comune di Afragola. Cinquanta figure professionali assunte a tempo determinato con i fondi a destinazione vincolata, a valere sul Fondo povertà, vengono lasciate senza stipendio dall’amministrazione Pannone. Abbastanza assurde e surreali le motivazioni informali che l’ufficio ragioneria sta facendo circolare. ‘Essendo un impegno del 2021, la competenza al pagamento delle spettanze sarebbe dell’organo straordinario di liquidazione’, ma se così fosse allora perché le figure professionali sono state pagate ad agosto?

La verità è che ci troviamo di fronte all’ennesima confusione nei conti dell’ente. I conti non tornano mai. Nemmeno quando si parla di fondi a destinazione vincolata. Non si capisce perché questi fondi destinati esclusivamente a pagare: assistenti sociali, sociologi, tutor, educatori ed altre figure professionali, debbano essere gestiti dall’organo straordinario di liquidazione, invece che dall’ufficio di ragioneria. È evidente che ci troviamo di fronte all’ennesima cattiva gestione delle casse del Comune.

Ora chi lo dirà alle famiglie di quasi cinquanta figure professionali,che su quello stipendio hanno creato i loro equilibri economici: mutui, prestiti e tantissime spese. Soprattutto non si capisce perché soggetti che godono lo status di dipendenti comunali, debbano essere trattati come carne da macello da questa politica. Pagati in ritardo o come in questo caso addirittura non pagati. Ancora una mortificazione dopo la chiusura dell’asilo nido e del centro diurno per disabili.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here