Afragola. La mostra “Art in Love” all’Antica Caffetteria Don Ciretto, dal 10 al 15 febbraio

0

Il Caffè degli artisti dell’Antica Caffetteria Don Ciretto, in collaborazione con “Salotto Culturale Tematico” dello scultore Domenico Sepe, “ViCaP Culture Art Project”, “Street Life” di Paolo Sibilio, “MI.A.M.I. Milan Art Mobile Museum International”, “Ass. Cult. P.S. VALOGNO Borgo d’Arte”, “Colorando i Pensieri edizioni”, il prof. Luca Sivelli – artista e docente Accademia Belle Arti – e con il supporto dei maggiori organi di informazione locale presenterà nella sua sede ad Afragola, in corso Giuseppe Garibaldi n° 1, la rassegna d’arte contemporanea intitolata “Art in Love”.

In permanenza dal 10 al 15 febbraio 2021, la mostra avrà il suo finissage il 14 febbraio alle ore 11.00 con le performance live di Alex Shot nell’esecuzione estemporanea di Street Art; del maestro Sasy Barretta e la ballerina professionista Ksusha Bondar in una esibizione appassionata di tango argentino e dell’artista non vedente Giacomo Pietoso per la poesia. Esporranno i seguenti artisti:
Domenico Sepe, Giacomo Pietoso, Lisena Aresu, Nello Collaro, Silvio Fusco, Alex shot, Giuseppe Castiello,
Vic Salzano.

Tema conduttore della rassegna l’amore, nel significato più ampio che si possa immaginare. Tutto l’amore che può essere l’arte, tutta l’arte che può essere amore. L’arte più grande di tutte: amare. L’arte contemporanea incontra l’amore. E questa mostra, che prende il via da un percorso espositivo non convenzionale, affronta il tema universale dell’amore con l’obbiettivo di avvolgere lo spettatore a 360°, rendendolo protagonista, attraverso un coinvolgimento sensoriale ove il visitatore viene accompagnato alla scoperta non solo della storia e dei significati delle opere esposte, ma anche delle emozioni racchiuse in ognuna di esse e che ne hanno segnato la genesi creativa. Amare l’arte in tutte le sue forme espressive, siano esse consuete che non convenzionali.

Pittura, scultura, musica, street art, digital art, fotografia, poesia, danza; non importa la “categoria”, se mai si può limitare a schemi precostituiti l’arte. Oggi la creatività assume nuove forme, si esprime in nuovi contesti, nei quali i confini validi nel passato sono valicati continuamente e nei quali opere ed installazioni creano effetti multisensoriali. Non solo arte “da museo”, relegata a spazi immobili e consueti, ma arte itinerante, dinamica, in contesti inaspettati, all’aperto, sui muri, su fabbricati, in strada. L’arte come motore sociale, in grado di elevare le menti; ogni luogo, fisico e dell’anima, in cui viva l’arte abbandona il degrado fisico e sociale e si eleva ed evolve insieme allo spirito di chi lo abita. Un messaggio forte e convinto per supportare il risveglio dell’arte e con esso quello delle emozioni nel segno dell’unico motore che può sanare qualunque frattura e risollevare qualunque animo: L’AMORE

Il locale ospiterà le opere diventando una vetrina , una galleria non convenzionale a sostegno degli artisti, nel rispetto delle disposizioni anti-covid. In questo modo si riempiranno i “vuoti” fisici, emozionali, nonché economici, maturati in questi mesi di pandemia con arte, bellezza, solidarietà, intessendo relazioni di cuore. Un messaggio forte e convinto per supportare il risveglio dell’arte e con esso quello delle emozioni nel segno dell’unico motore che può sanare qualunque frattura e risollevare qualunque animo: L’AMORE

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here