Afragola, chiude anche il centro diurno assistenza disabili: altro servizio sospeso in città

Giustino: "Ennesimo fallimento di un sindaco che fa solo gli interessi personali del suo deus ex machina"

0

Ancora un altro servizio ad Afragola fermo al palo. Questa volta si tratta del servizio di assistenza alle persone diversamente abili ospitate nella sede dell’ex macello. L’annuncio nella giornata di mercoledì 3 agosto dopo una riunione al comune tra il sindaco, l’assessore alle politiche sociali ed i gestori del servizio in città. Insomma, questa amministrazione continua a fermare servizi necessari per gli abitanti di Afragola. Dopo le difficoltà con l’asilo nido comunale, adesso è la volta dei diversamente abili.

Al momento, però, il servizio resterà sospeso sicuramente fino alla fine di agosto e solo allora si potrà, se ci saranno le condizioni, indire una nuova gara di appalto. Ma nel frattempo i ragazzi che da anni frequentano la struttura resteranno senza alcuna assistenza. Continua così la pagina nera scritta dall’Amministrazione targata Pannone, sempre più fanalino di coda, in termini di servizi offerti nella provincia di Napoli. Eppure solo nel 2016 Afragola era tra le prime 34 città d’Italia in relazione tra la spesa media e la quantità di servizi offerti, dati ufficiali dell’ Osservatorio sui Conti Pubblici Italiani. Dopo solo sei anni, invece di inaugurare nuove strutture o nuovi servizi si chiudono quelli esistenti e ormai divenuti necessari per la vita pubblica.

Una Amministrazione senza alcuna visione e che vive alla giornata sulle determinazioni di un deus ex machina, interessato come sempre al mero tornaconto personale a discapito dei cittadini afragolesi. – dichiara Gennaro Giustino capogruppo di A viso aperto – L’ennesimo fallimento di un sindaco abituato ormai a presenziare solo alle feste, senza mai entrare nel merito dei problemi veri della città. Insomma, una vera iattura per questo Comune. Anche questa volta si è palesata tutta l’incapacità amministrativa a danno solo ed esclusivamente di una comunità che ancora una volta viene sacrificata in nome dell’incompetenza più totale“.

Come sempre anche questa volta seguiremo da vicino questa vicenda davvero molto delicata.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here