“Lo stanno picchiando”. Poi urla, spintoni. È quello che si vede in un video diventato virale in queste ore. Un arresto nel Rione Salicelle di Afragola che sembrerebbe raccontare un abuso di potere, ma la realtà è ben diversa. Si tratterebbe, infatti, di una messa in scena per gettare fango sull’arma. Una vera e propria recita ad uso e consumo del video stesso.

Nelle immagini, infatti, è ben visibile che nessun abuso è stato perpetrato. Nessuna aggressione ai danni della persona fermata.

Ieri sera la pattuglia della stazione di Afragola era intervenuta nel rione Salicelle per sequestrare un’automobile che era stata segnalata per diversi furti avvenuti in zona. Mentre i militari erano in attesa del carro attrezzi si è avvicinato un uomo che ha iniziato a inveire e li ha aggrediti; ha preso a testate uno dei carabinieri e ha afferrato per il braccio l’altro e lo ha sbattuto contro il montante dell’automobile. Mentre stavano cercando di ammanettarlo, l’uomo ha continuato a scalciare e ha colpito la vettura.

Dopo qualche istante, una folla di circa 30 persone ha incitato l’uomo a procurarsi ferite e lesioni da solo così da simulare l’aggressione. Poi, iniziano le riprese con i cellulari: “Lo stanno picchiando. Lo stanno picchiando”

L’uomo ha continuato ad agitarsi all’interno dell’automobile e anche dopo, quando è stato portato in caserma, sempre tentando di colpire i carabinieri. È stato fatto intervenire il 118, che non ha rilevato lesioni sul suo corpo; i due militari, invece, sono stati medicati e hanno avuto uno 15 giorni di prognosi e l’altro 5.

L’uomo è stato denunciato per aggressione ai militari e affidato al padre.

VIDEO ARRESTO AL RIONE SALICELLE

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here