L’ultimo bollettino diffuso dalla Protezione civile evidenza una sostanziale stabilità nell’andamento dell’epidemia da Coronavirus. Il totale delle vittime in Italia è arrivato a quota 32.735 morti dall’inizio del monitoraggio dell’epidemia, ieri erano 32.616. Sono dunque 119 le vittime registrate nelle ultime 24 ore. Ieri e due giorni fa il dato era rispettivamente di 130 e 156 morti.

Prosegue la diminuzione graduale delle persone “attualmente positive” al virus. L’andamento in discesa è cominciato una ventina di giorni fa, quando si è registrato un calo di –3.106 malati in 24 ore. A 15 giorni fa risale il decremento record di -6.939 pazienti. Oggi è stata registrata una diminuzione di 1.570 persone infette (ieri il calo era di -1.638, due giorni fa di -1792, tre giorni fa di –2.377). Il totale degli attualmente positivi al virus è al momento di 57.752 persone (ieri era a quota 59.322).

I casi totali di persone colpite dal virus sono ormai arrivati a quota 229.327 dall’inizio del monitoraggio della pandemia nel nostro Paese. Ieri erano 228.658: l’incremento dei contagi è di +669 casi in un giorno (ieri era +652, due giorni fa era di +642, tre giorni fa di +665). Due terzi di questi nuovi casi sono stati registrati nella Regione Lombardia. Sono stati effettuati 72.410 tamponi in 24 ore (ieri erano stati fatti 75.380 test in un giorno): il totale dei tamponi è dunque arrivato a quota 3.391.188 (ieri era di 3.318.778), per un totale di casi testati di 2.164.426 (ieri il totale dei casi era arrivato a quota 2.121.847).

Quanto al dato delle persone guarite nelle ultime 24 ore, si registrano 2.120 pazienti guariti a fronte dei 2.160 di ieri e dei 2.278 di due giorni fa. Il numero dei pazienti ricoverati in ospedale continua a diminuire: sono 8.695 (ieri erano 8.957). Di questi, sono i pazienti più gravi ricoverati in terapia intensiva sono 572 (ieri erano 595). In calo anche le persone in isolamento domiciliare: in tutta Italia in questo momento sono 48.485 (ieri erano 49.770).

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here