il segretario federale della Lega, Matteo Salvini, durante un incontro al teatro Augusteo di Napoli, 18 febbraio 2020. ANSA/CESARE ABBATE

Non sono mancati i disordini per l’arrivo di Salvini a Napoli. Disposta, per ragioni di sicurezza, anche la chiusura della Funicolare centrale che si trova proprio accanto all’entrata del teatro. Momenti di tensione davanti al teatro Augusteo. Alcuni cittadini hanno protestato per la chiusura della funicolare la cui sede centrale è situata proprio accanto al teatro Augusteo, chiusura disposta dal questore per motivi di ordine pubblico in occasione della manifestazione politica. Simpatizzanti e militanti della Lega che hanno iniziato a loro volta ad inveire contro questi cittadini. È stato necessario l’intervento delle forze dell’ordine per calmare gli animi. Intanto nel teatro le parole di Salvini fanno eco: “Troveremo un accordo in tutte le regioni, io faccio una questione di squadra, dobbiamo offrire ai campani la squadra migliore”. Così, a Napoli, Matteo Salvini continua.
“Qui c’è il tema emergenza rifiuti, emergenza sanità, stando ai dati la Campania è ultima, l’emergenza occupazione – spiega – dopo de Magistris e De Luca c’è tanto da fare quindi se c’è bisogno di qualche giorno in più per completare la squadra penso siano giorni ben spesi”. A chi gli chiede se ci sarà unità sul nome del candidato scelto da Fi, Stefano Caldoro, risponde: “Caldoro? Non faccio questione di nomi, stiamo lavorando alla squadra più forte per mandare a casa De Luca. De Luca è simpatico, quando si mette dietro la scrivania e fa le battute è divertente, peccato sia governatore, sarebbe bello parlarci al bar e in trattoria, averlo a gestire gli ospedali è preoccupante”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here