Si parla ancora della questione “Giudice di Pace”. Dopo gli interventi dei consiglieri di opposizione di Afragola e della Presidente del Tribunale di Napoli Nord Dott.ssa. Garzo, anche da Caivano arrivano i primi segnali. Nella giornata di ieri è stata protocollata al Comune una richiesta di chiarimenti proprio sul mantenimento dell’Ufficio del Giudice di Pace sul territorio. Tra i firmatari gli ex consiglieri comunali Antonio Angelino, Francesco Emione, Luigi Sirico, Luigi Padricelli, Pierina Ariemma e l’ex assessore Pippo Ponticelli, oltre ai tanti professionisti del territorio. Così anche da Caivano arriva il grido dei tanti professionisti che voglio salvaguardare un presidio di Giustizia così importante per questi Comuni. La richiesta fatta alla Commissione Straordinaria è quella di conoscere le intenzioni in merito al rinnovo della detta convenzione e/o le ragioni poste al diniego, anche in forza delle prospettate prossime assunzioni in pianta organica comunale, preannunciate nella richiesta di proroga dello scioglimento dell’Ente per condizionamenti e infiltrazioni camorristiche.

“Il nostro punto di vista è chiaro, prima si garantisce il mantenimento degli uffici ed i relativi servizi di “giustizia di prossimità” per i cittadini ed i professionisti del nostro territorio e subito dopo si apre una discussione seria, tenendo conto delle difficoltà e delle migliorie da apportare dal punto di vista dell’efficienza degli uffici ed anche e soprattutto nel verso di una necessaria spending review. – queste le parole dell’ex consigliere Pd Antonio AngelinoCi preme sottolineare che a seguito della riforma introdotta con d.lgs. n. 116/2017 (riforma della magistratura onoraria) e delle nuove competenze introdotte, ogni Ufficio del G.d.P. gestirà una buona fetta del contenzioso attualmente diretto dai Tribunali, con la conseguenza di trasformare i detti uffici in luoghi principali della giustizia, di prossimità diretta per ogni cittadino sarà pertanto necessario mantenere vivo questo presidio ed anzi aprire una forte interlocuzione dal punto di vista della governance con il tribunale di Napoli Nord affinché buona parte dei trasferimenti ministeriali possano interessare anche gli uffici del GdP di Afragola provando a superare le difficoltà economiche di gestione ma soprattutto di reperimento di personale qualificato per le mansioni da svolgere”.

In allegato la richiesta protocollata al Comune di Caivano

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here