Afragola. Che “gaffe”! Il sindaco si attribuisce risultati della scorsa amministrazione. Tuccillo:”Grillo chieda scusa!”

0

L’estate sta giungendo al termine e ad Afragola, dopo la lunga pausa estiva, il sindaco e la sua squadra tornano a parlare alla stampa e ai cittadini tramite gli ormai famosi comunicati stampa, sempre più unico mezzo comunicativo per tutte le informazioni sul “lavoro” di questa amministrazione. Proprio oggi ci è giunto in redazione un comunicato stampa nel quale il sindaco Grillo ha espresso tutta la sua soddisfazione perché: “il Comune di Afragola è il primo comune del meridione per numero di servizi in relazione alla spesa pubblica nonostante un abbattimento di costi che comunque non ha intaccato l’offerta media che viene proposta ai cittadini afragolesi”.

Ma parliamo di Afragola? Sì, ma non questa! Visto che il sindaco omette di dire che i dati sono relativi ad uno studio fatto nel 2016 e che la sua elezione risale appena ad un anno fa (2018). Che dire, siamo di fronte all’ennesima barzelletta, dopo quella della censura alla stampa di qualche settimana fa. Evidente che la lunga pausa estiva non sia servita a nulla e che da censore adesso veste anche i panni di chi lo ha preceduto, prendendosi meriti che non ha. Ma Tuccillo non ci sta e commenta così: «Il sindaco Grillo, invece di vantarsi di risultati non suoi come fa oggi in una intervista sul Mattino, chiedesse scusa per le menzogne dette sulla mia amministrazione. Nella sua relazione di insediamento – continua Tuccillo – mi accusò, senza sapere neppure di cosa parlasse, di aver lasciato un buco di 10 milioni di euro. I dati dello studio condotto dall’Osservatorio conti pubblici italiani, e riferiti al 2016 e dunque non alla sua amministrazione, rappresentano la certificazione più autorevole e incontestabile dei risultati di efficienza e qualità raggiunti dalla mia amministrazione».

Insomma caro sindaco Grillo dopo un anno di totale stasi dal punto di vista politico-amministrativo veramente ci voleva far credere che era tutto rose e fiori? Questa Afragola purtroppo e ripeto purtroppo, non è quella descritta dall’Osservatorio dei conti pubblici, questa città vive da mesi nella sporcizia e nell’incuria. Non si provvede alla manuntenzione del verde pubblico da quasi un anno. Chi è rimasto in città questa estate ha dovuto combattere con insetti e ratti di ogni genere. Gli unici punti di verde curati in città sono proprio quelli privati, come le rotonde. Ma la lista dei disservizi è ancora lunga: dalla crisi dei rifiuti al cimitero che questa estate ha vissuto la peggiore stagione di sempre, come evidenziato da molti cittadini sul gruppo Fb “sei di Afragola se…Official Page” con video e foto. Insomma, questa è oggi Afragola, purtroppo!

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here