Afragola. Questione Inps: il sindaco manda in scena l’ennesima “farsa”!

0

Siamo davvero giunti alla comiche. Dopo il Consiglio Comunale “farsa” andato in scena solo due giorni fa, il sindaco e la sua “maggioranza” in queste ore si nasconde dietro una marea di comunicati che stanno affollando le caselle di posta della stampa e non solo. Ormai giunti in pieno “regime” si filtra la comunicazione, l’unica “fonte” è l’ufficio di staff che lavora con il vano tentativo di inondare i social e la città di proclami e manifesti. Insomma, per i cittadini tocca solo leggere e ricevere le comunicazioni che arrivano dal Palazzo. Senza partecipazione, né dibattito. Tutto già deciso. Ma ieri in redazione ci è arrivato un comunicato che sinceramente ha il sapore della beffa, si tratta della “Questione Inps”. Il sindaco nella giornata di ieri si è ricordato dell’Inps (o gliel’hanno ricordato) e ha indicato come “nuova” sede dell’Istituto quella dell’ormai ex Giudice di Pace. Nel frattempo, però, l’Inps è da un bel pò che ha deciso di virare verso Frattamaggiore, in una struttura in regola con gli standard per effettuare al meglio il servizio. E il sindaco di Afragola cosa fa? Il 7 agosto 2019, dopo un anno di silenzio, decide di destinare un locale, quello dell’ex Giudice di Pace, per ospitare l’Inps. Un locale non adatto ad ospitare i servizi dell’Istituto. Insomma, solo una presa per i “fondelli” da parte del sindaco e la sua “maggioranza”. Ad onor del vero lo scorso 25 gennaio 2019 in una manifestazione pubblica il sindaco aveva destinato l’immobile all’Istituto “E. Sereni” con tanto di titoloni sui numerosi quotidiani online. Cosa è successo nel frattempo? Probabilmente serviva l’ennesima “bugia” prima delle vacanze estitve. L’ennesimo messaggio “inutile” da far passare per sentirsi dire: “vabbè il sindaco però ha fatto qualcosa!”. Purtroppo indicare una struttura non adeguata agli standard e come non averlo fatto, anzi ha l’aria della presa per i fondelli per tutti i cittadini di Afragola. I malumori sui social sono tanti, su tutti quelli l’ex consigliere Concas molto attivo sui social e da più di un anno alla ricerca di una soluzione per questa annosa situazione. Anche il gruppo di “A viso aperto” poco più di un mese fa aveva interrogato il sindaco in merito alla questione, ma come abbiamo potuto vedere non c’è stata alcuna risposta. Purtroppo restiamo con l’amaro in bocca e ci rendiamo sempre più contro di essere di fronte ad un’Amministrazione sempre più inadeguata e incapace di gestire una macchina già complessa come quella del Comune di Afragola.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here