Erano le 22:24 quando alla fine di via Dorso ad Afragola (precisamente vicino al panificio “muntagniello”) quando si è sentito un boato. I residenti della zona hanno subito pensato all’ennesima bomba messa a qualche negozio nei dintorni, ma questa volta si trattava di altro. Dalle prime ricostruzioni si è trattato di un nordafricano che abita proprio a via dorso, ritrovato con la mano sinistra tutta insanguinata e con una pozza di sangue sangue per terra e sulle pareti fuori alla sua abitazione. Nei dintorni c’era la pattuglia delle Guardie Ambientali intentana sorvegliare il territorio, avendo udito il boato si sono avvicinati al ferito allertando subito il 118 e le forze dell’ordine. Arrivati sul posto insieme al 118 hanno constatato dallo stesso ferito che un petardo gli era scoppiato nella mano e che non si era accorto che la sigaretta aveva innescato la miccia quando ancora era in suo possesso (probabilmente lo stesso ferito era ubriaco in quanto per terra c’erano dei barattoli di birra). I carabinieri ovviamente hanno proseguito nelle indagini per accettare la natura di questo ordigno.Il ferito nel frattempo è stato soccorso è condotto al più vicino pronto soccorso nella speranza di potergli salvare la mano essendo stata lacerata dall’esplosione dell’ordigno.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here