A cura di Giuseppe Delle Cave

Mia per la grammatica della lingua italiana è un aggettivo o un pronome possessivo femminile che indica, appunto, il possesso di qualcosa. “Passami la mia giacca”, “Quella macchina rossa è mia”, tutte espressioni che indicano appartenenza. Quella cosa, persona o animale mi appartiene. Ma c’è un altro modo per declinare l’appartenenza? E’ la scommessa delle 10 donne che hanno fondato l’associazione di promozione sociale M.I.A. (Memoria, Inclusione, Autonomia). Appartenersi, sentire tutte di appartenere ad una storia di riscatto o che quella storia appartiene a loro. Donne vittime di violenza e in condizioni di disagio che grazie al Consorzio Terzo Settore e all’associazione Sottencoppa hanno potuto affrontare un percorso di acquisizione di conoscenze e sviluppo di autonomia finanziato da Costa Crociere Foundation. Un progetto che vede oggi la presentazione ufficiale dell’associazione come punto intermedio di un cammino che va avanti e che punta ad essere uno strumento di emancipazione sociale ed economica per le donne: il lavoro rappresenta il motore per uscire dalle situazioni di disagio e violenza, per creare indipendenza e restituire futuro a queste donne e ai loro figli.
L’obiettivo prioritario dell’associazione, infatti, sarà la commercializzazione e la promozione dei prodotti della Masseria Antonio Esposito Ferraioli, bene confiscato alla criminalità organizzata del comune di Afragola. Una scommessa nella scommessa che però sottolinea il potere generativo e l’impatto del riutilizzo sociale dei beni confiscati alla criminalità sulle comunità. Dare vita ad esperienze di economia sana, creare lavoro pulito e di qualità, valorizzare il capitale umano, essere motore di inclusione di chi fa più fatica. MIA nasce per praticare tutto ciò e nascerà a ridosso della Giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne, celebrata in tutto il mondo il 25 Novembre. L’evento, invece, ci sarà Lunedì 26 Novembre ad Afragola. Presso la Casa Comunale si svolgerà dalle ore 11:00 il racconto delle attività della Masseria Antonio Esposito Ferraioli e la presentazione ufficiale dell’associazione. Interverranno, tra gli altri, il Sindaco di Afragola Claudio Grillo, il Ministro dell’Ambiente Sergio Costa, il Sindaco della Città Metropolitana di Napoli Luigi De Magistris, il presidente della Commissione anticamorra e beni confiscati della Regione Campania, Carmine Mocerino.
Un vecchio proverbio africano dice più o meno che quello che si sogna insieme è già realtà. Un gruppo di donne ha sognato e sogna oggi di poter cambiare la loro vita e migliorare la comunità, la nostra comunità che vive da anni attanagliata da disoccupazione, corruzione e criminalità organizzata. Che relega le donne in posti secondari, che mortifica capacità e competenze. Questo gruppo di donne coraggiose e resilienti sta lanciando una grossa sfida all’intero territorio, alle Istituzioni, alle altre realtà associative, a tutti i cittadini. Non assistenzialismo ma opportunità concrete di libertà e dignità. Non ci resta che sostenere questi percorsi nella consapevolezza che il cambiamento si pratica in ogni nostra azione. Buon cammino, M.I.A.!

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here