CASORIA, “FRATELLI D’ITALIA”: GRANDE SUCCESSO PER L’INIZIATIVA “SICUREZZA E’ LIBERTA’”

0
370

CASORIA – Si è rivelata un vero successo, l’intuizione della nostra Comunità militante di mettere a confronto i cittadini di Casoria e i rappresentanti istituzionali del partito, sul tema della sicurezza urbana. Evidentemente tanto sentito, da rendere estremamente partecipata e vivace l’assemblea pubblica, che si è svolta lo scorso 6 ottobre, presso la sede dell’associazione “Alleanza per Casoria”.

I cittadini hanno testimoniato le loro esperienze, e le loro preoccupazioni, rispetto ad un fenomeno, che condiziona le esistenze delle famiglie. Nel corso del dibattito, sono emerse anche le difficoltà, che le forze dell’ordine vivono nell’organizzazione del lavoro. Tutte le doglianze sono state registrate dal senatore Antonio Iannone, membro della Commissione bicamerale antimafia per “Fratelli d’Italia”. In effetti, benchè all’opposizione, il partito guidato da Giorgia Meloni è stato l’unico a scendere tra la gente, rispetto ad una delle emergenze più sentite dal territorio.

Nemmeno i parlamentari grillini, premiati anche oltre il loro merito con centinaia di migliaia di voti, si sono assunti le loro responsabilità, pur essendo al governo. Particolarmente significativa la partecipazione dell’assessore ai lavori pubblici, dott. Fabio Esposito, cui va di certo riconosciuto il coraggio di metterci la faccia: a lui, l’onore delle armi. Tuttavia, non convincono le argomentazioni addotte, per giustificare l’assenza totale delle istituzioni locali, rispetto alla gestione della sicurezza pubblica.

Infatti, all’assessore è stato fatto notare, da parte dei dirigenti locali di FdI, che ai sindaco sono stati attribuiti specifici poteri (dal ministro Minniti, compagno di partito di Fuccio peraltro), il cui esercizio non richiede nessun impegno di spesa: applicare qualche “daspo” urbano, per esempio, non costa più di tanto. Trincerarsi dietro la mancanza di risorse, o la scarsa collaborazione di cittadini, non solleva gli amministratori locali dalle loro responsabilità.

Nei prossimi giorni, la nostra Comunità militante renderà pubblici gli atti, conseguenti a questa giornata, contributi concreti, sebbene piccoli, alla lotta per liberare i cittadini dalla morsa della criminalità.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here