Il Napoli batte il Chievo in un finale al cardiopalma. Dio oche gli azzurri erano passati in svantaggio a causa di un gol di Stepinski, ci hanno pensato Milik e Diawara a capovolgere la situazione negli ultimi 4 minuti del match.

Ecco le pagelle di NapoliMetropoli

Reina, 6: Come spesso accade, viene chiamato in causa pochissime volte. Nonostante ciò, il gol lo incassa quasi sempre, stavolta però non poteva fare nulla.

Hysaj, 5.5: Stanco come praticamente tutti i “titolarissimi”. Prova a dare una mano sia in fase offensiva che in quella di copertura, si sforza, ma non è impeccabile.

Koulibaly, 5: La disattenzione che stava costando lo Scudetto al Napoli è soltanto colpa sua. Impreciso in molte situazioni: spesso addirittura assente.

Tonelli, 6: Partita senza infamia e senza lode la sua. Stava per segnare ancora una volta ma la traversa glielo ha impedito. Sul gol preso probabilmente poteva fare di più.

Mario Rui, 6: Meglio di Hysaj in entrambe le fasi. Si nota poco, ma non per colpa sua, bensì per le line molto chiuse del Chievo.

Hamsik, 5.5: Continua il suo periodo altalenante. Sfoggia non una prestazione indimenticabile, spesso poco lucido e reattivo.

Diawara, 6.5: Non una grande partita quella del guineano. Sbaglia parecchi passaggi, quando verticalizza lo fa male e arriva secondo su ogni pallone. Nonostante ciò, al 93’, a partita finita, indovina un tiro che si insacca all’angolino. Una perla il suo primo gol in Serie A, che da ancora speranze al Napoli.

Allan, 5.5: Dopo un campionato fantastico non sta attraversando un buon momento di forma. Spesso risulta davvero poco lucido nelle scelte.

Insigne, 6.5: Quando deve prende la squadra in mano. Nonostante i fischi gioca una buona partita, con tanti spunti interessanti, impreziosita da quella magica palla regalata a Milik sul gol del momentaneo 1-1.

Mertens, 4.5: C’è poco da dire sul belga. Non si sente e non si vede, ci si accorge di lui solamente quando si presenta sul dischetto e sbaglia, facendosi ipnotizzare da Sorrentino. (Milik, 7: La musica cambia con il polacco. Partecipa alla manovra, si inserisce e sfiora due volte la rete: ancora fantastico Sorrentino. Poi però il portiere campano si deve inchinare al grande stacco di testa di Arek che porta la sfida in parità).

Callejon, 5: Brutta partita quella dello spagnolo. Sbaglia un gol praticamente già fatto nel primo tempo e poi non fa nient’altro per farsi notare.

 

 

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here