Comunali Caivano. Unica certezza: Monopoli non si ricandiderà. Intanto…

0
477

A Caivano scatta il semaforo verde per le prossime elezioni comunali e la corsa alle stanze del Comune sembra farsi subito infuocata, almeno in apparenza. Si riparte da dove ci siamo fermati: Simone Monopoli. L’ex sindaco non ci ripensa e annuncia che non si ricandiderà per ricoprire la carica di primo cittadino. E questa è la prima vera notizia. Altro al momento non c’è. O almeno c’è solo tanta confusione e superficialità. In verità in molti stanno parlando già da tanto ma preferiamo rimanere distanti da alcune supposizioni guidate da altri interessi, quelli personalistici di alcuni soggetti a cui il bene di Caivano poco interessa. Non è giusto nei confronti dei nostri lettori.

Per il resto al momento siamo ancora nella fase embrionale per la presentazione delle varie compagini e non si ha ancora nemmeno la data ufficiale del voto. Dalle prime indiscrezioni nel centro-sinistra, il Partito Democratico ha aperto un canale di discussione con il nuovo partito Liberi e Uguali, non escludendo nessuna possibile apertura con L’Udc e il gruppo di Fratelli d’Italia che nei giorni scorsi, nelle parole del segretario cittadino Martino Pezzella, ha preso le distanze da qualsiasi ipotesi di trattativa politica con l’attuale centrodestra e con chi è stato maggioranza nell’ultima esperienza amministrativa. Insomma, una ipotesi che potrebbe portare alla nascita di una coalizione allargata da Sinistra a Desta. Nel frattempo nel centrodestra, o almeno il gruppo di Forza Italia resta alla finestra, forse in apparenza, ma con un’unica certezza: “Terremo fede al nostro progetto senza raccontare nessuna favola ai cittadini. Non faremo ammucchiate e carrozzoni pur di vincere a tutti i costi queste elezioni“.

L’unico gruppo sicuro di intraprendere questa tornata elettorale in solitaria è quello del Movimento Cinquestelle, forte di una grande affermazione a livello locale nelle ultime elezioni Politiche. Già hanno individuato anche il candidato sindaco e sono pronti a giocarsi le loro chances per essere presenti nella prossima amministrazione.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here