La sesta Corte d’Appello del Tribunale di Napoli ha confermato la condanna a sei anni di reclusione a carico di Vincenzo Nespoli, ex senatore e sindaco di Afragola. Una condanna legata alle indagini condotte nel 2010 per il fallimento della società di vigilanza La Gazzella, al termine del lavoro investigativo condotto dai pm Vincenzo Piscitelli e Henry John Woodcook. Stando alla ricostruzione dell’accusa, Nespoli viene indicato come responsabile in relazione ad alcuni capi di indagine: aver chiesto e ottenuto l’assunzione di un numero imprecisato di lavoratori, mai identificati, proprio nel periodo in cui l’azienda era in stato di decozione; avrebbe poi ottenuto in prestito, da un ex amministratore della Gazzella, una somma di 25 mila euro che proveniva, secondo i pm, dai conti della stessa Gazzella. Ora l’ex senatore dovrà attendere il deposito delle motivazioni della sentenza di appello. Inoltre per la prossima primavera è attesa la sentenza di primo grado per il processo riguardante la Sean Immobiliare, che vede sempre Nespoli protagonista e per il quale ha già scontato sei mesi di arresti domiciliari.

(fonte:il mattino)

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here