Bagno di folla all’inaugurazione della mostra di arti visive del Maestro Domenico Sepe. Ad aprire il vernissage dell’artista afragolese nello splendido scenario di Palazzo Lancellotti di Casalnuovo Di Napoli, che apre ufficialmente al pubblico proprio in concomitanza con la mostra, è stato il sindaco di Casalnuovo di Napoli Massimo Pelliccia, insieme a Pasquale Carbone presidente dell’associazione Arcora e il critico d’arte Patrizia Rizzitano che ha illustrato ai presenti il percorso artistico di Domenico Sepe. Cogliere la dimensione estetica dell’ambiente partendo dal patrimonio artistico esistente e dalla promozione della vivacità artistica ed associativa legata al territorio. Favorire la crescita di interessi e la sensibilità personali per educare al rispetto ed alla valorizzazione del patrimonio storico ed artistico locale. Sviluppare la conoscenza di situazioni e linguaggi artistici differenti mischiati tra loro ed inseriti nel contesto storico-culturale che li ha generati. La mostra “Dal principio al Principe” del maestro Domenico Sepe, già esposta presso il salone delle carceri del Castel dell’Ovo è stata rivisita ed inspirata, per l’occasione, al Principe Lancellotti: una fusione resa possibile grazie all’inserimento della Scrittura.
La mostra propone un importante gruppo di opere, anche di grande formato, che testimoniano il dialogo continuo e fecondo tra emozioni e scultura. Ciò che si rappresenta è una versione ricca e personale del figurativo europeo, perfettamente intonato con lo stile di Palazzo Lancellotti. Quest’ultimo sarà tracciato durante l’esposizione scultorea attraverso brevi ricostruzioni e cenni dei testi che raccontano la storia e l’architettura di Licignano.

“Dal principio al Principe 2.0” è stata arricchita dall’incontro con l’autore Angelo Forgione, scrittore e giornalista. Durante la mostra sarà presentato il suo ultimo lavoro “Napoli Capitale Morale”, che con un linguaggio diretto mette in luce le vicende all’origine della Questione meridionale e indaga, ponendo interessanti spunti di riflessione, sulle ragioni delle differenti velocità di nord e sud dell’Italia di oggi. E’ possibile visitare gratuitamente la mostra del maestro Sepe tutti i giorni fino al 17 dicembre 2017.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here