26 Maggio 2017 24/05/2017 , 17.30 Afragola | Concas e Monteusco tentano il "ritorno" ma il Pd li mette alla porta! 13/05/2017 , 11.15 Afragola | Esclusiva - Concas e Montefusco fuori dal Pd. L'On. Piccolo scrive alla Commissione di Garanzia 03/05/2017 , 10.10 Afragola | Ad Afragola vince Renzi ma perde il Pd 20/04/2017 , 19.45 Afragola | Afragola. Bilancio Ok. la maggioranza vota compatta 13/04/2017 , 12.00 Caivano | Caivano. Forza Italia serra le fila. Mellone: "Gruppo compatto e coeso" 12/04/2017 , 10.50 Afragola | Afragola. Concas fuori dal Pd se vota contro il Bilancio. Il partito fa chiarezza 11/04/2017 , 19.20 Afragola | Politiche Sociali. Afragola lascia l'Ambito 19 30/03/2017 , 18.14 Afragola | Città Metropolitana. DeMa assegna le deleghe. Ad Antonio Caiazzo va il Patrimonio 27/03/2017 , 01:52:21 Afragola | Il maestro Sepe racconta Vittorio Sgarbi a Napoli 27/03/2017 , 01:06:36 Cardito | Di Micco si dimette per “problemi personali”. Sarà sostituito da una donna

Esclusiva - Concas e Montefusco fuori dal Pd. L'On. Piccolo scrive alla Commissione di Garanzia

Il commissario cittadino Pd scrive: "Vanno sanzionati per ripristinare il necessario rispetto delle regole"

Di Antonio Auricchio

AFRAGOLA - Torniamo a parlare della questione tutta interna al partito democratico di Afragola. Ovvero, la richiesta di procedimento disciplinare ai danni dei consiglieri comunali Enzo Concas e Biagio Montefusco. E lo facciamo, in esclusiva, grazie al documento inviato dal Commissario cittadino del Pd, On. Salvatore Piccolo, alla commissione provinciale di garanzia. L'onorevole Piccolo, che da qualche mese regge il partito in citta', dopo aver rappresentato alla commissione un quadro politico preciso e lucido della situazione attuale e precedente all'elezione di Mimmo Tuccillo, entra nel merito della questione in oggetto. "...da qualche mese e' stata innescata una violenta ed irragionevole polemica politica dai consiglieri Concas e Montefusco, che insieme al consigliere Boemio, hanno attaccato, pesantemente e costantemente, la Giunta ed il Sindaco, scagliandosi in piu' occasioni anche contro il partito, con l'evidente scopo di mettere in crisi l'Amministrazione comunale e delegittimare il Pd locale. Una irresponsabile e deprecabile condotta politica li ha indotti, finanche, a costituire un gruppo consiliare indipendete denominato "Afragola domani", ufficializzandolo con un documento politico indirizzato al Sindaco e al Presidente del Consiglio comunale, con il quale dichiaravano, in sostanza, di collocarsi all'opposizione della Giunta per "determinare un'alternativa di governo in citta'". Tale sciagurata scelta, motivata con generiche, confuse e mediocri argomentazioni, veniva dagli stessi pubblicizzata sui giornali locali e reiterata in tutte le sedute di consiglio comunale, nelle quali era pervicacemente mantenuto un atteggiamento ostile all'Amministrazione e al Pd. La decisione si poneva e si pone in netto contrasto con le norme interne di partito in quanto l'adesione di un iscritto ad un gruppo consiliare diverso da quello del partito comporta di per se' la "cancellazione all'Anagrafe degli iscritti e dell'Albo degli elettori", a mente dell'art. 2, punto 9, dello Statuto, nonche' dell'art. 11 del Regolamento nazionale delle Commissioni di Garanzia...". In questo primo stralcio della lettera, l'On Piccolo, senza mezze misure, motiva con i fatti la richiesta di esclusione dal Partito dei due consiglieri comunali. Se si esce dal gruppo consiliare che rappresenta il partito si e' fuori. Ma il commissario cittadino rincara la dose e sottolinea in maniera molto negativa l'avvicinamento di Concas e Montefusco a quella parta di opposizione legata in

maniera viscerale all'ex sindaco Enzo Nespoli. "...Mi limito, per ora, a evidenziare la loro ingiustificabile partecipazione a riunioni con i consiglieri della destra ed, in particolare, con quella parte politica facente capo al Sen. Nespoli, con i quali di fatto, si e' venuta a creare una situazione eclatante di collusione politica, assolutamente inaccettabile per tutti quegli elettori che, con il loro voto, avevano abbattuto il precedente assetto di governo comunale. Non a caso, con gli stessi avversari politici, veniva da essi firmata e votata una mozione di sfiducia al Presidente del Consiglio comunale, con il chiaro intendimento di mettere in difficolta' la coalizione di maggioranza. Devo anche segnalare il grottesco ed ignobile manifesto affisso in citta' nei giorni di Pasqua e ancora una volta sottoscritto con i consiglieri dell'opposizione, nel quale, oltre a pubblicizzare la richiesta di revoca dell'Ufficio di Presidenza, si accusava l'Amministrazione di "opaca gestione" e si addebitava al Sindaco Tuccillo un "totale fallimento", definendolo "Sindaco per caso". L'ultimo e definitivo atto di tradimento politico e di colpevole indifferenza per gli interessi della comunita', e' stato consumato nel consiglio del 20 aprile 2017 nel quale i consiglieri Concas e Montefusco, ignorando platealmente l'appello ad essi rivolto dal Segretario provinciale, dal Segretario regionale e dal sottoscritto, hanno votato contro il bilancio, approvato con 13 voti, grazie al sostegno leale dei consiglieri del nostro Gruppo e degli alleati. L'obbiettivo di provocare lo scioglimento del consiglio, perpetrato in complicit? con il centrodestra, e' fallito e si e' cosi' evitata una lunga gestione commissariale...". Infine, l'on. Piccolo sottolinea, ancora una volta, i numerosi tentativi di dialogo nei confronti di Concas e Montefusco e la massima diponibilta' di avviare un proficuo confronto basato su un ragionamento politico ma il tutto si ? concluso con esito estremamente negativo da parte dei due consiglieri. Pertanto il commissario cittadino conclude in questi termini la sua richiesta "...I descritti comportamenti sono in evidente ed insanabile contrasto con i doveri degli iscritti dal Pd e con in principi dettati dallo Statuto. Essi, pertanto, vanno adeguatamente sanzionati per ripristinare il necessario rispetto delle regole e dei principi che caratterizzano una comunita' politica che detiene ruoli di governo e che vuole essere effettivamente presidio democrazia e stabilita'".


13/05/2017


Lascia un commento

N.B. I messaggi sono soggetti a controllo preventivo, quindi non saranno pubblicati direttamente, ma solo dopo conferma da parte dell'amministratore di sistema. Si prega di non lasciare commenti offensivi, o che possano ledere la dignità di alcuno, si ricorda che verranno salvati i dati (IP,ecc..) per eventuali azioni legali,in caso di illeciti, agli organi competenti.

Nome
Mail (Non verrà pubblicata)
WWW:
Messaggio:
/// Foto & Feed
/// News
Quotidiano Online del periodico "Mosaico".
Direttore Responsabile Antonio Auricchio.
Redazione redazione@napolimetropoli.it
Autorizzazione del Tribunale di Napoli n°54 del 13 luglio 2009.