26 Maggio 2017 24/05/2017 , 17.30 Afragola | Concas e Monteusco tentano il "ritorno" ma il Pd li mette alla porta! 13/05/2017 , 11.15 Afragola | Esclusiva - Concas e Montefusco fuori dal Pd. L'On. Piccolo scrive alla Commissione di Garanzia 03/05/2017 , 10.10 Afragola | Ad Afragola vince Renzi ma perde il Pd 20/04/2017 , 19.45 Afragola | Afragola. Bilancio Ok. la maggioranza vota compatta 13/04/2017 , 12.00 Caivano | Caivano. Forza Italia serra le fila. Mellone: "Gruppo compatto e coeso" 12/04/2017 , 10.50 Afragola | Afragola. Concas fuori dal Pd se vota contro il Bilancio. Il partito fa chiarezza 11/04/2017 , 19.20 Afragola | Politiche Sociali. Afragola lascia l'Ambito 19 30/03/2017 , 18.14 Afragola | Città Metropolitana. DeMa assegna le deleghe. Ad Antonio Caiazzo va il Patrimonio 27/03/2017 , 01:52:21 Afragola | Il maestro Sepe racconta Vittorio Sgarbi a Napoli 27/03/2017 , 01:06:36 Cardito | Di Micco si dimette per “problemi personali”. Sarà sostituito da una donna

Esclusiva! Urbanistica e legalità: ecco la lettera che spiega le dimissioni di Mazza

Cardito. Il consigliere del Pd invia una mail ai militanti del partito parlando di urbanistica e di legalità

 Giovanni De Cicco 

 

CARDITO – La maggioranza guidata dal sindaco Giuseppe Cirillo rischia di perdere un altro pezzo e su temi scottanti, spinosi e molto delicati: parliamo della legalità e dell’Urbanistica. Tutto questo, guarda caso, appena si è iniziati a parlare del nuovo Piano urbanistico comunale. Il primo atto è arrivato come una saetta: il consigliere del Pd Marco Mazza, tra gli uomini più rappresentativi dei “democratici”, si dimette dalla presidenza della commissione Urbanistica. Ufficialmente sui social Mazza ha parlato di motivazioni relative a “sopraggiunti impegni di carattere personale e familiare”. Anche un bambino avrebbe capito a questo punto che si trattava di una giustificazione di facciata ma i motivi di tale decisione avevano ben altre e più gravi motivazioni. Non è dietrologia ma semplice realtà. Infatti, diversamente da quanto il consigliere Mazza ha dichiarato sul suo profilo “Facebook”, le vere motivazioni del suo gesto le scrive di suo pugno sulla “mailing list” degli iscritti al Pd.  E in questa lettera firmata dal consigliere Mazza emergono tematiche di contenuto ed uno spaccato che rischia di apparire inquietante: “Carissimi – scrive Mazza ai tesserati del Pd via mail - in data 24 agosto 2016 si svolse, in sezione, un incontro tra gruppo consiliare, segretario, assessore e sindaco. In quell’occasione, presentammo delle richieste al sindaco per rendere più efficace l’azione amministrativa. Per quanto di mia competenza (Presidenza Commissione Urbanistica) sottolineai due esigenze fondamentali e vitali: l’istituzione del Servizio Patrimonio per dare corso alle dismissioni ex art. 1 comma 65 Legge 5 del 2013; e la necessità di razionalizzare l'Ufficio Urbanistica in quanto da 4 servizi con 4 responsabili era stato ridotto ad un servizio con un solo responsabile. Le mie osservazioni furono condivise da tutti e il Sindaco disse che avrebbe provveduto:

1. ad istituire l'Ufficio Patrimonio con un tecnico;

2. a prendere una figura tecnica D a scavalco.

Quanto alla prima osservazione, in Consiglio Comunale, al momento della delicata adozione delle prime 5 delibera ex art. 1 comma 65 Legge Regionale 5 del 2013, ebbi ad affermare che la bontà dell’operazione si sarebbe valutata dagli atti conseguenziali (dismissioni), in assenza dei quali si sarebbero seri problemi di legalità formale e sostanziale delle delibera adottate (intervento verbalizzato). Dall'agosto nulla è cambiato e non è stata nemmeno avviata nessuna procedura nel senso adottato. Dopo aver constatato l’insensibilità del Sindaco, nonché

l’insensibilità del Segretario Orabona e del capogruppo Fusco di riporre la questione, mi sono visto costretto a rassegnare, stamattina, le dimissioni dalla carica di Presidente della Commissione. Volevo precisare che prima di farlo, ho inviato all'avv. Molinaro una richiesta di differimento di quelle udienze di incidenti di esecuzione per i quali non è stata ancora adottata delibera. Volevo ancora precisar che nella lettera di dimissioni ho addotto solo motivi personali, in quanto non è mia intenzione porre questioni politiche avendo deciso, pur conservando l’appartenenza al Pd e la carica di consigliere comunale, di non partecipare attivamente né alla vita delle sezione né ai lavori di consiglio comunale per le cui assenze alle sedute provvederò a inviare adeguata giustificazione. Spero che questa mia decisione rappresenti una “scossa” per ricondurre l’amministrazione a buone pratiche amministrative.

Questo è il mio desiderio”.

Non c’è bisogno di ulteriori commenti. I fatti sono chiari. Mazza si dimette dalla presidenza della commissione Urbanistica, conserva l’appartenenza al Pd ma annuncia la sua assenza ai consigli comunali e alla vita di sezione mettendo sul tavolo argomenti scottanti come l’organizzazione dell’ufficio Tecnico comunale affidato nel suo complesso dal sindaco ad un super-dirigente di sua fiducia, Pasquale Imbemba, ed addirittura, sempre Mazza, pone seri quesiti in merito all’inefficienza dell’esecutivo sul tema delle dismissioni, ritardi che sempre a detta del consigliere del Pd causerebbero problemi di legalità di atti votati dal civico consesso. Una vera e propria denuncia su un tema caldo, scottante da sempre e in un momento cruciale: ossia, appena la maggioranza ha deciso di porre al centro del dibattito il Puc, come una bomba ad orologeria Mazza lancia una saetta sulla coalizione di governo. Casualità o tutto è frutto di una strategia ben più articolata che vede in Mazza l’esecutore mentre la “cabina di regia” trama ancora nel buio con l’obiettivo di indebolire sempre di più, giorno dopo giorno, la leadership di Giuseppe Cirillo? Solo il tempo dirà. 

Nelle prossime ore sono attese le reazioni del sindaco Giuseppe Cirillo e dei vertici del Pd su un atto d’accusa pesante lanciato da Mazza e soprattutto sono attese risposte di merito, sul piano politico e amministrativo. In particolare, sui temi messi sul tavolo dal consigliere Mazza. 



20/01/2017


Lascia un commento

N.B. I messaggi sono soggetti a controllo preventivo, quindi non saranno pubblicati direttamente, ma solo dopo conferma da parte dell'amministratore di sistema. Si prega di non lasciare commenti offensivi, o che possano ledere la dignità di alcuno, si ricorda che verranno salvati i dati (IP,ecc..) per eventuali azioni legali,in caso di illeciti, agli organi competenti.

Nome
Mail (Non verrà pubblicata)
WWW:
Messaggio:
/// Foto & Feed
/// News
Quotidiano Online del periodico "Mosaico".
Direttore Responsabile Antonio Auricchio.
Redazione redazione@napolimetropoli.it
Autorizzazione del Tribunale di Napoli n°54 del 13 luglio 2009.